Domotica e Certificazione Energetica 2019. Cosa c’è da sapere?

Pubblicato il: 30 Maggio 2019

Certificazione energetica in base alla Domotica

La domotica è un sistema sempre più diffuso nelle abitazioni private, che consente l’abbattimento sensibile dei costi legati al consumo di energia elettrica.
Il motivo principale per cui è stata creata la domotica è quello di abbattere i costi legati al consumo di energia elettrica. Essa, infatti, consente di programmare l’accensione e lo spegnimento di elettrodomestici e di tutti gli oggetti elettrici presenti all’interno dell’abitazione. Altra funzione, non meno rilevante, è quella di proteggere tutti gli accessi all’abitazione (porta, finestre, porte-finestre, garage) attraverso un controllo in tempo reale di ciò che avviene all’interno e apertura collegata ad un telefono selezionato degli altoparlanti per sentire cosa vi succeda dentro. In altre parole, è come avere un vigile giurato in casa H 24.

Classificare edifici in base alla Domotica

Ad oggi, purtroppo, i sistemi di domotica e in generale tutto ciò che riguarda la building automation non sono valutati nello stilare la classificazione energetica dell’edificio cui sono applicati.
La classificazione di cui si parla è quella ACE che troviamo, per esempio, sugli elettrodomestici.La classificazione ACE, che va dal basso consumo indicato con A+ al massimo consumo indicato con G, è redatta in base alle linee-guida nazionali.

In realtà la domotica non è nata soltanto per abbattere i costi ma anche per garantire prestazioni molto all’avanguardia nella gestione a distanza della casa. Se abbiamo interesse a valutare la classe energetica del nostro stabile, possiamo usare una scala definita dalla norma UNI 15232 e chiamata classe BACS.
Questa classificazione va dalla lettera D alla A; il posizionamento di un edificio dotato di automazioni standard ma non domotiche è la C.

Ad oggi, però, la lettera C nella BACS non comporta alcun effetto sull’attestato di Certificazione Energetica.
Perché questa mancanza, dato l’effetteivo risparmio che la domotica, comunque, comporta? La classificazione BACS viene indicata come soltanto qualitativo-descrittiva ma ciò non risponde al vero. Poiché alcuni dato possono essere valutati su base statistica e quindi, in qualche modo, pre-determinati, non si considera che possano avere valore normativo.

Sarebbe qui difficile addentrarsi in tali meandri; basti dire che vi è u errore di base perché entrambe le classificazioni si basano sulla norma EN ISO 13790,
Thermal performance of buildings.

La classe BACS consente la determinazione del risparmio di energia ipotizzabile in un edificio attraverso la riduzione del fabbisogno, anche se su base generalizzata per esempi.
Il problema vero per cui i sistemi domotici non sono considerati nell’assegnazione della classe energetica di un edificio sembra risiedere nel fatto che si considera impossibile che un sistema di controllo come la domotica possa influire sul consumo effettivo di energia.

Si preferisce considerare l’immobile come un soggetto unitario, in cui le abitudini e gli usi degli abitanti non influiscono affatto sul consumo energetico. Qual è l’obiettivo di questa negazione di ciò che è evidente? Quello di avere una possibilità di confronto tra edifici simili semplicemente considerandoli abitati da persone uguali, nello stesso numero e con le stesse attitudini.

Nl 2008 il legislatore, portando a termine un iter iniziato nel 2005, decise in questo senso, per rendere più semplice la valutazione. Adesso, per.questa già stridente carenza diviene sempre più iniqua perché i sistemi domotici si vanno affinando e ve ne sono di sempre più efficienti e, quindi, creatori di risparmio.
Il fatto che due edifici simili siano paragonabili non comporta però che lo rimangano anche se in uno è installata la domotica ed in uno no; in questo caso il risparmio è evidente e perseguito dal sistema stesso. La domotica, infatti, oltre a garantire lo spegnimento degli impianti in absentia del proprietario, consente di attivare sistemi complessi di risparmio energetico quali: schermi orientabili automaticamente er ottimizzare l’incameramento d energia dall’esterno e lo spegnimento in caso di surriscaldamento.

Una delle funzioni di un sistema di domotica è quello di diminuire la domanda energetica. Il risparmio, dunque, è altissimo in percentuale rispetto agli edifici standard. Crediamo che sia profondamente iniquo non considerare tale differenza e limitarsi semplicemente a ritoccare le tabelle di riferimento.
Se il legislatore avesse il coraggio di stabilire regole idonee a valorizzare la domotica nella classificazione, darebbe anche una mano al mercato poiché un acquirente comprenderebbe meglio il sovrapprezzo causato da questo sistema, così affidabile e portatore, nel lungo periodo, di grande risparmio.

Per dare qualche numero

Alla luce di queste considerazioni, è possibile quantificare il risparmio prodotto dall’uso della domotica in numeri ben definiti. I costi di installazione vengono calcolati in una percentuale che si aggira intorno all’1% del costo dell’abitazione; a fronte di ciò, il risparmio garantito si attesta intorno al 30%. Nel caso di unità non abitative, poi, tale dato si alza fino al 70% netto. Da questi dati è facile intuire perché un impianto di domotica possa aumentare sensibilmente il valore di un immobile posto in vendita. I dati più recenti parlano di un aumento del valore di mercato che va dal 5% all’8%. Per fare un rapido calcolo, un’abitazione che varrebbe 300.000 € potrà essere venduta, a seguito dell’installazione dell’impianto domotico, a 315.000. Sempre per lo stesso appartamento, il costo finale per il proprietario sarebbe di 303.000 € invece che 300.00. Il guadagno, quindi, è di cinque volte superiore alla spesa.
L’aumento del valore di mercato non è affatto indifferente. Ciò deriva dalla semplice constatazione che l’installazione di tale impianto rappresenta realmente un investimento a lungo termine, i cui frutti saranno evidenti negli anni a venire. Sarebbe ora che anche il legislatore se ne accorgesse.

Se vuoi richiedere un preventivo su misura per la tua abitazione


Selezioneremo per te le proposte personalizzate dalle migliori aziende della tua zona.